2009/06/18 – la sessualità preedipica di Berlusconi e le puttane

Non capisco lo stupore. Io mi stupirei del contrario. Mi stupirei che Berlusconi non fosse mai andato a prostitute. Naturalmente solo con quelle di alto bordo, cioè di alta tariffa e di alta capacità manipolatoria e ricattatoria. È normale per chi soffra di DNP (Disturbo Narcisistico di Personalità). È normale se davvero Berlusconi soffre di DNP. E che Berlusconi possa soffrire di DNP è l’ipotesi diagnostica che questo sito ha più volte indicato e seguito come la più probabile, qualora si accetti l’indicazione che – a quanto dice Veronica – Silvio stia male e vada aiutato.

La personalità DNP si struttura all’interno di un rapporto violentemente asimmetrico tra madre e bambino: la madre non vede assolutamente i bisogni del bambino, vede solamente i propri e, senza accorgersene, obbliga il figlio a essere quello che lei vuole che sia. Non vede, né intuisce, né rispetta, né lascia vivere il vero e autentico Sé del figlio. Grazie al proprio potere di gratificazione materna, coarta invece l’identificazione del Sé del figlio, orientandola unicamente verso quel falso Sé che lei vuole che lui sia. Apparentemente questa donna non usa mai la violenza; anzi, per chi la veda dall’esterno, il suo atteggiamento appare premuroso, molto presente e attento, anche se, a ben guardare (parlo di sapiente sguardo clinico), ci si accorge di quanto sia, sotto sotto, più seduttivo che materno, più esigente che rispettoso, più ricattatorio che confermante. È un atteggiamento del tutto sordo, unicamente abitato dal bisogno di vedere quanto il figlio sia proprio e soltanto come lei, la madre, lo vuole. Più della violenza, raggiunge questo scopo la seduzione, l’insistenza circuente, la dolcezza e la sollecitudine ricattatorie. È come se continuamente questa madre lanciasse al figlio questo messaggio: solo se sei come io ti voglio, io ti amo davvero. È l’estrema nascosta violenza cui può giungere l’amore materno.

Questo tipo di madre di fatto usa il figlio come strumento della propria realizzazione, quasi si trattasse della propria protesi maschile, per potere – attraverso di lui – realizzare quelli che sono più o meno inconsciamente i propri bisogni di realizzazione soprattutto sociale. È una donna frustrata e del tutto insoddisfatta del proprio femminile e invidiosa delle possibilità sociali maschili, con nodi più dissociativi che depressivi, che si proietta e si identifica soprattutto nel primo figlio maschio, manipolandone fin dall’inizio l’esistenza.

Di solito, più o meno inconsciamente, questa donna si sposa solo per usare il marito, soprattutto in due direzioni: a) come buon “campo base” economico e sociale della propria affermazione; b) come banca del seme per potere concepire e partorire non a lui, ma a sé stessa quel figlio maschio nel quale proiettarsi e identificarsi così da potere in lui raggiungere l’Everest della propria affermazione sociale.

Come si vede, dunque, è una donna che sostanzialmente non sa amare né il marito né il figlio. Li sa solo usare, manipolare. Vive la propria femminilità – coniugale prima e materna poi – soltanto all’interno di una dimensione di esazione: ti do solo perché voglio ricevere, solo se tu mi dai in cambio quello che io voglio da te. Il figlio, in particolare, sarà amato solo se farà la scuole che dice lei, otterrà i risultati che vuole lei, diventerà ricco e potente quanto vuole lei.

Con un simile imprinting materno, come può la personalità DNP non andare a puttane, soprattutto quelle vere, quelle che ti sanno usare molto più di quanto tu possa usare loro? Come può non essere egli stesso, sotto sotto, una puttana, la prima puttana, quella che, pure di raggiungere i propri scopi, può vendere tutto, a cominciare dalla testa dei propri figli, dalla esibizione del corpo della propria moglie, dalla vendita di quel “niente” che egli è?

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: