2009/05/15 – Berlusconi è matto davvero?

Può il Cavaliere concepire, per una volta, che si possa indagare sui suoi atti e persino criticarli senza odiarlo, ma semplicemente giudicandolo?”, si chiede oggi su “la Repubblica” il direttore Ezio Mauro in un articolo lanciato in prima pagina.

No, non può farlo, se – come suggerisce la moglie Veronica, quando dice che va “aiutato” – il Cavaliere è malato. Perché, se davvero è malato, probabilmente la sua “malattia” è un Disturbo Narcisistico di Personalità (DNP) con forte interessamento del versante psicotico. In questa direzione portano anche le considerazioni finali dell’articolo di ieri di Giuseppe D’Avanzo sempre su “la Repubblica”: “Geriatri (come il professor Gianfranco Salvioli, dell’Università di Modena) ritengono che i comportamenti ossessivi nei confronti del sesso, censurati da Veronica Lario, potrebbero essere l’esito di «una degenerazione psicopatologica di tratti narcisistici della personalità»”.

Nell’ipotesi di un DNP si spiegherebbero le dinamiche paranoidi del Cavaliere che vede complotti da tutte le parti, si spiegherebbero le sue proiezioni e identificazioni colpevolizzanti e distruttive, le sue ossessioni, il suo vedere il mondo in bianco e nero (di qua gli adoranti adettti alla verità, di là i “maleodoranti” oppositori), senza che mai sospetti sfumature intermedie. Tipico dei narcisistici disturbati è quel comportamento da emmerdeur, come direbbero i francesi, che getta fango da tutte le parti, salvo puntualmente dire – come sua unica possibile risposta – che sono gli altri a gettarlo su di lui e che nessuno lo capisce veramente, soprattutto se a non capirlo e a non osannarlo è una donna, la propria donna.

Chi soffre di DNP non può che “scappare” (è il termine usato da Mauro) da ogni confronto, perché il suo Sé disturbato intuisce di essere quel vuoto o, come direbbe Veronica, quel “niente”, che ogni confronto rischierebbe di fare emergere. È soprattuto il confronto con la donna a essere temuto e quindi a dovere essere esorcizzato, poco importa se attraverso il potere di un designatore di candidature politiche e televisive, o quello di un “papi” benefattore canoro di adolescenti, o quello di un pericoloso gaffeur internazionale (vedi per esempio i casi con il cancelliere tedesco Angela Merkel e il presidente finlandese Tarja Halonen), o quello di un cabarettista ammosciato sempre circondato da fanciulle e sempre allusivo della propria esuberanza sessuale, o quello ancora più tragico di un marito che non va per il sottile nel distruggere la moglie.

Sotto la corazza sempre più necessaria del potere, del consenso non importa quale, della solitudine interiore soffocata, della ossessione di una sessualità tanto esibita quanto infantile e preedipica, si annida il vuoto, il niente. L’estrema difesa dall’evidenza del vuoto e del niente molto spesso è il gesto delirante, onnipotente e del tutto evitante del suicidio.

La stampa quasi tutta tace, l’opinione pubblica forse non c’è più, l’opposizione non sempre è unita o coraggiosa o lucida o ascoltata. E intanto una persona così probabilmente e massicciamente disturbata ci governa, con la complicità di chi non vede, non dice, non aiuta.

 

 

3 Risposte to “2009/05/15 – Berlusconi è matto davvero?”

  1. Gigi Cortesi Says:

    Caro Andrea, grazie per il commento e l’apprezzamento. Mi fa molto piacere. Significa che non sono solo quando urlo nel deserto. Grazie ancora.

  2. andrea Says:

    Finalmente qualcuno che si interroga sulla salute mentale del nostro Presidente del Consiglio.
    Un Premier che si mette a strillare davanti alla Regina d’Inghilterra, che snobba con aria di sufficienza la Merkel (che non è una donna di mezz’età, è la Germania!), che dà, sebbene in forma criptica (ma abbastanza trasparente), del “negro” al Presidente degli Stati Uniti D’America, ecc.ecc.ecc., NON è altro che una persona disturbata in modo molto evidente.
    Eppure nessuno in internet che affronti l’argomento, se non questo blog.
    Mah!


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: