Il Portavoce della Santa Sede Padre Federico Lombardi ha detto che Benedetto XVI è “pronto a incontrare le vittime” degli abusi sessuali commessi dai religiosi, in particolare le vittime dei preti pedofili.

Non capisco tre cose.

Primo, non capisco perché il papa aspetti solo ora a dichiararsi tanto apertamente disponibile all’incontro. Da molto, troppo tempo, si sa degli abusi sessuali e della pedofilia di religiosi e preti. Perché si dichiara ufficialmente e apertamente “disponibile” soltanto ora, a scandali irrimediabilmente esplosi, dopo avere con scritti e comportamenti non soltanto seguito, ma addirittura prescritto per decenni la strategia omertosa e irresponsabile del silenzio e della copertura sistematica del problema?

Secondo, non capisco perché, per dichiararsi disponibile, abbia bisogno di nascondersi dietro il proprio portavoce. Gesù ha detto “andate e annunciate”; non ha detto: “restate fermi e fatevi annunciare”.

Terzo, non capisco perché non vada lui in prima persona – subito e direttamente – a incontrare le vittime. Il Buon Pastore di cui parla Gesù (Giovanni, 10, 1-21) va lui subito e direttamente a cercare le proprie pecore isolate e in pericolo, se le prende in spalla lui prendendosene cura in prima e immediata persona, senza bisogno di annunci e di portavoce.

Se, incarnandosi in Gesù, Dio è venuto Lui tra gli uomini, facendosi uomo fino alla morte e abitando tra gli uomini, non capisco perché, esibendosi prima di tutto come addolorata vittima di un complotto, Benedetto XVI continui a restarsene in Vaticano, più immobile, disumano e lontano di qualsivoglia Dio aristotelico.

Questo papetto freddo e distaccato riesce anche soltanto lontanamente a immaginare quanto devastante sia subire un abuso sessuale e una violenza pedofila? Si rende conto di quanto abisso di dolore sia causa la violenza che egli per primo ha contribuito a nascondere con eterni silenzi e micidiali, complici coperture? Anche soltanto lontanamente riesce a immaginare che ogni sia pure minimo ritardo nella denuncia e ogni sia pure minima incertezza nell’aiuto amplificano esponenzialmente il già gravissimo e dilaniante danno provocato dall’abuso e dalla violenza sessuali e pedofile? Chi abbiamo come papa? Che libertà e responsabilità morali ha? Che idea di chiesa ha e attua, che realtà di “chiesa” copre? In quale antropologia e in quale teologia si identifica? E – poi – chi gli sta intorno? Quanti Agostino Vallini nascondono la curia vaticana e la curia romana? Vedi, in proposito, quanto già ho scritto in altri quattro post:

2010/03/26 – Il New York Times e i 200 bambini sordi abusati da un prete pedofilo. Le responsabilità di Ratzinger, Bertone e della Curia Vaticana

2009/07/29 – Monumento del governo irlandese, pedofilia dei preti, Agostino Vallini e denuncia di “Avvenire” contro Berlusconi ,

2009/11/27 – Anche per la pedofilia, come al solito il Vaticano tace,

Hans Kung, celibato dei preti, chiesa, pedofilia e sessualità.

 

Annunci

Una Risposta to “2010/04/10 – Benedetto XVI, Padre Federico Lombardi e gli abusi sessuali (pedofilia compresa) di religiosi e preti”


  1. […] Come commento al mio post di ieri (2010/04/10 – Benedetto XVI, Padre Federico Lombardi e gli abusi sessuali (pedofilia compresa) di r… ), Mario mi […]


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: