L’eresia del Papa. Risposta a un commento sulla Eucaristia negata a un bambino disabile – 14/05/2012

2012/05/14

In un recente commento al post 2012/04/11 – Il prete e la chiesa negano l’Eucaristia a un bambino disabile Elena scrive:

Questa sera mi sento un pò triste, e un perché mi accompagna senza risposta.
La Chiesa, o comunque chi e coloro parlano in nome suo, l’11/04/12 rifiuta la comunione a un bambino disabile.
La stessa Chiesa il 19/01/2012 a Castellamare di Stabia durante una processione religiosa , guidata dal vescovo, si ferma a portare saluto e tributo sotto il balcone di un noto pregiudicato legato ai clan. E lo fa per il secondo anno consecutivo. Errare è umano, perseverare è diabolico dice il proverbio.
La stessa Chiesa ospita nel suo cuore le spoglie di Enrico de Pedis, ultimo capo della Magliana. Che NON è certo un esempio di figliol prodigo. La Chiesa lo accoglie in un silenzio omertoso, di rispetto e di complicità dal 1990, anno della sua morte. Nel 2005 una telefonata anonima in una trasmissione televisiva denuncia il fatto, dicendo “andate a vedere chi è sepolto nella cripta della Basilica di Sant’Apollinare e del favore che Renatino (Enrico De Pedis) fece al cardinal Poletti”. Oggi, 7 anni dopo quella telefonata, hanno deciso (chi?) che forse si poteva anche verificare. E se i 7 anni mi lasciano interdetta, ho trovato glaciale il commento dell’incarico alle indagini che conferma trattasi dei resti del pregiudicato, che tanto lo sapevano già, ma almeno ora si può non parlarne più. Il caso è risolto.
E no! Non è risolto proprio niente! C’è tutto da parlare perché tutto questo E’ UNA MALATTIA CHE CI MANGIA TUTTI!
Perché la Chiesa, o chi e coloro parlano in nome suo, invece di abbracciare chi si appoggia a lei riconoscendola come padre e madre, SCEGLIE di schiaffeggiare i propri figli e di sposare chi uccide l’anima?
E risposta non trovo
.”

Rispondo così:

Nella propria disarmante e micidiale evidenza la risposta è semplice: il Vaticano (non la Chiesa dnque, ma quella che Dante identificava con la lupa famelica che” tante genti fe’ già viver grame”!) ha tradito il Vangelo e Gesù, dimenticando che per la Chiesa sono essenziali e insopprimibili la centralità e la regalità dell’ultimo, del povero, dell’emarginato. Al Vaticano e alla gerarchia succube della sua prevaricazione gli ultimi, gli emarginati, i poveri servono solo come mezzo per lucrare l’otto per mille o per operazioni di potere, d’accordo con le destre più becere, anche razziste e naziste, e con movimenti settari e omertosi quali l’Opus Dei, Comunione e Liberazione e i Legionari di Cristo. Da circa quarant’anni e in particolare con questi due ultimi papati, siamo di fronte a una vera e propria eresia del potere da parte della curia vaticana e della gerarchia a questa asservita, eresia che tradisce il Concilio Vaticano II e, soprattutto, il Vangelo. Illuminante in proposito mi pare un recente libro di MATTHEW FOX, La guerra del papa, Fazi editore,  Roma 2012 (titolo originale The Pope’s War, New York 2011).

 

 

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: